/ News

VENEZIA – "Da oggi produttori e registi hanno a disposizione un ulteriore strumento che consente di fare incontrare le esigenze creative e di produzione con la bellezza del patrimonio culturale italiano, un database geo-localizzato di luoghi completo di informazioni e di incentivi associati", così il Ministro Dario Franceschini ha inaugurato, durante il Festival di Venezia, Italy for Movies, il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione da lui fortemente voluto, realizzato da Istituto Luce-Cinecittà, in collaborazione con l’associazione Italian Film Commissions e sotto il coordinamento delle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Mibact, pronto a mostrarlo alle importanti fiere turistiche di Rimini e Londra nei prossimi mesi: "Sappiamo bene quanto un film che fa vedere le bellezze dell'Italia valga più di tanti spot a pagamento per la promozione dei nostri beni culturali", ha continuato Franceschini. "Questo sito racchiude in sé l'essenza del Ministero che ha riunito turismo e cultura, il segno di una stagione di maggiore attenzione delle istituzioni nei confronti di un settore cruciale, sia dal punto di vista di prodotto culturale che di industria cinematografica, e sfata la leggenda che nella pubblica amministrazione non si possano fare le cose bene e in fretta: qui abbiamo fatto bene e velocemente". 

Il progetto, nato a seguito di un protocollo di intesa sottoscritto nel dicembre 2016 da DG Cinema e Dg Turismo, mira ad accrescere l’attrattività e la visibilità dei nostri territori in chiave turistica attraverso la produzione cinematografica e audiovisiva, e ad intercettare un flusso crescente di investimenti dall’estero. Italy for Movies vuole essere una prima tappa per i produttori italiani e stranieri interessati a girare le proprie opere cinematografiche e audiovisive nel nostro Paese, fornendo loro strumenti informativi agilmente consultabili attraverso motore di ricerca e rimandando, per ulteriori approfondimenti, ai siti delle singole Film Commission e delle istituzioni che erogano fondi.  Ma al tempo stesso proporsi al turista anzi al cineturista, visto che proprio i film della storia del cinema italiano sono spesso fonte aspirativi di viaggi in Italia.  “Il lavoro è appena iniziato, il nostro obiettivo è mettere in rete quanto più possibile del nostro patrimonio unico e variegato di strade, piazze, palazzi, chiese, monumenti e bellezze paesaggistiche – ha dichiarato il Direttore Generale Cinema, Nicola Borrelli – che ha sottolineato come tra le funzioni che la nuova legge assegna allo Stato rientri lo svolgimento delle attività di promozione dell’immagine dell’Italia, anche a fini turistici, attraverso il cinema e l’audiovisivo. “Finalmente in un unico portale in continuo aggiornamento sarà possibile consultare un elenco di location navigabile attraverso un motore di ricerca; conoscere tutte le agevolazioni previste e le possibilità di finanziamento a livello regionale, nazionale e internazionale; sapere quali film, fiction o documentari sono stati girati sui vari territori, con l’indicazione più dettagliata possibile dei luoghi scelti per le riprese, e scorrerne le foto di scena o i video di backstage; restare sempre aggiornati sulle ultime novità in tema di cinema e nuovi incentivi”. 

“Oggi, a pochi mesi di distanza dal protocollo di intesa, questo progetto è realtà e mette a frutto le forti sinergie tra turismo e audiovisivo – ha dichiarato il Direttore Generale del Turismo Francesco Palumbo – Il cinema, soprattutto per l'Italia, è da sempre uno straordinario strumento di marketing territoriale che contribuisce al turismo. L'esistenza stessa del sito è un grande successo, ora dobbiamo collegarlo a tutte le politiche di promozione internazionale del territorio. In perfetta coerenza con il Piano Strategico del Turismo la forza di comunicazione di un film è ancora maggiore quando consente di “scoprire” un’Italia poco conosciuta, ricca di un bellissimo patrimonio culturale e paesaggistico che caratterizza l’offerta del nostro paese. Inoltre dobbiamo  considerare che il cineturismo genera sui territori dove avvengono le riprese un notevole beneficio economico e che , secondo alcune stime, sono oltre 40 milioni movie-tourist internazionali potenzialmente interessati all’Italia. Italy for Movies è quindi dedicato anche agli appassionati, a coloro che - sempre più numerosi - amano viaggiare tra i luoghi dei film, o a quelli che restano seduti in sala fino allo scorrere dell’ultima riga dei titoli di coda nella speranza che, tra i ringraziamenti, si possano scorgere riferimenti ai luoghi visti in qualche fotogramma, o semplicemente a coloro che, incuriositi, vogliono sapere dove è stata girata la fiction guardata in tv o il film visto al cinema”. 

Da oggi il sito, bilingue, è consultabile all’indirizzo www.italyformovies.it. Per maggiori info e contatti: info@italyformovies.it 

VEDI ANCHE

VENEZIA

Ad Ad