/ News

Un convinto applauso ha accolto al Festival di Venezia le proiezioni di Patria, il film di Felice Farina tratto dall’omonimo libro di Enrico Deaglio, in competizione nelle Giornate degli Autori. Un film costruito sulle immagini di repertorio di 30 anni di storia nazionale, dalle manifestazioni a Mirafori al maxiprocesso, dalle stragi di Mafia al terremoto in Irpinia, dai volti e le parole del mondo Fiat di Gianni Agnelli, Cesare Romiti, a quelli di Tangentopoli di Di Pietro, Mario Chiesa, Raul Gardini, e ancora Craxi, Berlinguer, Berlusconi, passando per Sindona e Joseph Miceli Crimi fino ai suoni e immagini dei mondiali di calcio ’82 e il rigore sbagliato di Roberto Baggio nel ’94. Tutto legato dal racconto di una notte passata a 60 metri di altezza, sulla torre occupata di una fabbrica in chiusura da un operaio (Francesco Pannofino), un sindacalista (Roberto Citran) e un impiegato (Carlo Giuseppe Gabardini), tre uomini che intrecciano le loro vicende personali a quelle comuni del Paese. E sulle note finali de ‘Il male minore’ degli ‘A67, la band di Scampia, accompagnati da Caparezza, è arrivato l’applauso della platea. 

A confermare il consenso, il Premio del pubblico BNL, assegnato alla Selezione Ufficiale delle Giornate degli Autori, che ha attribuito a Patria la medaglia di bronzo, con il  84,95% di consensi, in ex equo con I nostri ragazzi di Ivano De Matteo, e subito dopo il film israeliano The Farewell Party di Tal Granit e Sharon Maymon e Ritorno a L'Avana di Laurent Cantet. Patria sarà distribuito da Luce Cinecittà in autunno.   

  



Ecco alcune opinioni di pubblico e stampa:


Siete degli amorevoli disgraziati. Mi avete fatto rivedere la mia vita in un’ora e mezza. E  mi chiedo: com’è possibile che dopo tutto questo, questa storia di corruzioni e menzogne vada avanti? – Uno spettatore della Sala Darsena, Festival di Venezia 

A Venezia applausi commossi per Patria, la Repubblica

Uno dei film italiani più appassionati e significativi visti al Lido – F. Ferzetti,  il Messaggero

Un tuffo al cuore – G. Gallozzi, l’Unità

Il film più piccolo della scuderia italiana a Venezia si rivela come il più importante e vitale della Mostra – A. Smithee,  blog FILM TV

Vedi anche

VENEZIA 2014

Ad Ad