/ News

Nell’ambito del MIA – Mercato Internazionale dell’Audiovisivo s’è raggiunta l’ultima tappa del MEDIA: Talents on tour, “progetto formativo rivolto a imprese creative, selezionate con una procedura aperta, rivolto al Sud Italia perché area che abbiamo notato avere delle criticità, che ha bisogno di stimolare un tessuto produttivo più efficace, nonostante una forte attrattiva geografica” ha detto Enrico Bufalini(project manager CED Media Italia - Istituto Luce Cinecittà) aprendo l’incontro che nel pomeriggio ha presentato il resoconto di questa iniziativa nata per favorire  un accrescimento delle competenze dei produttori emergenti. 

5 le Regioni e le relative Film Commission coinvolte: Apulia, Calabria, Campania, Lucana e Sicilia. Per un totale di 33 candidature iniziali con 56 progetti, un catalogo più ampio di quello finale per individuare le idee più efficaci per il percorso, che si è svolto proprio in forma di tour tra Cosenza, Ischia, Maratea, Bari e Palermo, sviluppando aspetti formativi in moduli precisi, quali prescrittura e scrittura, business development, produzione - coproduzione - strategia finanziaria,  strategie di marketing e tecniche di pitching, sotto la guida di esperti che hanno condotto i10 giovanitalenti/produttori finalisti - mediamente under 35 - a completare il nel percorso. Gli "allievi" coralmente si sono espressi rispetto al progetto parlando di “nuova visione del nostro mestiere; possibilità di aprire le nostre teste; una formazione di altissimo livello; una partecipazione molto sana, di collaborazione”. 

Fondamentale il supporto delle Film Commission per la fattibilità dell’iniziativa, oltre che di Istituto Luce Cinecittà e dell’Office MEDIA di Bari, nella persona di Andrea Coluccia: presenti tutte, ciascuna delle 5 Film Commission ha tenuto a condividere il proprio punto di vista sul progetto. Paride Leporace (Lucana Film Commission) ha ringraziato anzitutto Istituto Luce “per essersi fatta punto di riferimento di questo progetto. È stato importante poter fare il Tour in manifestazioni cinematografiche che hanno svolto un effetto specchio, dando più eco all'iniziativa”. Il collega della Campania, Maurizio Gemma, ha detto: “Abbiamo potuto toccare la vivacità creativa del nostro Mezzogiorno, anche se non sempre le realtà produttive riescono a coglierlo. Questa iniziativa ci è sembrato ‘obbligasse’, con accezione positiva, ad un accrescimento delle competenze, nel confronto con colleghi portatori di altre esperienze, come accade nei corsi europei di aggiornamento”. Respiro internazionale sentito anche da Maurizio Sciarra (Apulia Film Commission): “Il mandato che ci diede la Regione tre anni fa, al mio insediamento, era di stabilizzare le imprese locali: sul territorio rimane così una crescita di talenti e professionalità, che vanno però indirizzate verso un panorama che non sia regionale o italiano, ma almeno europeo e pronto alla sfida del mercato globale. Spesso gli autori sono già pronti, ma le strutture imprenditoriali meno, a partire dalla conoscenza delle lingue, fondamentali. La formazione di produttori creativi è particolarmente importante, con una visione grande, mondiale”. Come importante è il networking, nelle parole di Alessandro Rais (Sicilia Film Commission): “è molto opportuno, affinché la produzione sia più colta e più coraggiosa, credo questo progetto sia un primo giro da confermare per il futuro, credo che la formula sia quella giusta su cui scommettere”, perché, ha concluso Giuseppe Citrigno (Calabria Film Commission): “Dare la possibilità a giovani produttori di affacciarsi a questo mondo, che ai loro occhi può sembrare una casta chiusa, credo sia una nostra missione, l'impegno è sostenere i giovani nel venire allo scoperto. L'impegno da prendere potrebbe essere intanto quello tra queste 5 Regioni, con fondi specifici per l'avvio di progetti cinematografici, con un patto di ferro per rinnovare il parco produttori”. 

MEDIA: Talents on tour si è concluso con la consegna degli attestati di partecipazione, e la scelta del "vincitore" di questo primo corso, Lorenzo Cioffi – Ladoc srl, il cui progetto è stato scelto perché reputato, allo stato attuale, quello in fase più progredita e il premio consiste per il giovane talento/produttore nel poter partecipare con ruolo professionale agli incontri del MIA di Roma. 

Vedi anche

CONVEGNI

Ad Ad