/ News

Come tutti gli anni con l’arrivo della metà del mese di dicembre scatta la convulsa ricerca ai regali anche per chi la ricerca dei doni è impresa ardua che tende a rinviare fino all’inverosimile, drammatica giornata del 24. Per loro ma anche per chi, pur organizzatissimo, non disdegna qualche consiglio su strenne originali e cinematografiche ecco una lista di cosa è possibile mettere sotto l’albero con il logo di Istituto Luce – Cinecittà.

 

RIVISTE

Eye Screen

Una rivista che vuole parlare del grande schermo con lo spirito di un amico con cui si ama divertirsi e trascorrere del tempo insieme. Nasce così 'Eye Screen' il nuovissimo bimestrale dedicato al cinema per i ragazzi e dei ragazzi che non vuole solo essere un mezzo divulgativo ma anche un veicolo di bellezza proponendo una piccola opera collezionabile che in ogni numero proporrà il film di un artista oltre alle pagine gioco. L’abbonamento annuale, che prevede 6 copie, costa 22,00 euro su miabbono.it .

La rivista di numeri, visioni e prospettive del cinema italiano diretta da Gianni Canova offre 100 pagine di contenuti autorevoli e fonti istituzionali, ogni numero affronta attualità, leggi, economia, polemiche e scandali sul cinema italiano con un piglio analitico e irriverente. Alla critica della critica, si affiancano rubriche e sezioni di approfondimento del cinema in Paesi diversi del mondo, le esperienze innovative di marketing e promozione, il rapporto tra cinema italiano e nuove tecnologie. L’abbonamento annuale prevede 6 copie, e costa 28,00 euro su miabbono.it .

LIBRI

Non dire viola

Com'è nata la superstizione del colore viola nel cinema e chi è stato il regista che più di tutti non voleva usarlo in scena? Per rispondere a domande come queste e scoprire aneddoti e riti propiziatori del mondo dello spettacolo, basta leggere 'Non dire viola'. Attraverso una panoramica storica a cura di Italo Moscati, si scoprono aneddoti e ricordi, manie e fissazioni di grandi artisti da De Sica a Totò, mentre il racconto sul presente si struttura su 20 testimonianze raccolte da Nicole Bianchi che annoverano grandi protagonisti del cinema italiano, da premi Oscar a sceneggiatori agnostici. Nelle librerie e online a 17,00 euro.

Ugo Tognazzi  - Storia, stili e segreti di un grande attore

Un omaggio all’artista con tavole pittoriche di Luisa Mazzone e i testi di Mario Sesti che raccontano, attraverso una selezione della sterminata filmografia, l'arte e l'impegno di un attore. Pubblicato da Istituto Luce Cinecittà ed Edizioni Sabinae in occasione della retrospettiva sull’attore-regista organizzata da Luce Cinecittà al MoMA di New York, dove sarà ospitata fino al 30 dicembre, il volume è scritto in doppia lingua, italiano e inglese, e costa 18,00 euro.

Vittorio De Sica - L’arte della scena

Raccontare la figura di De Sica è anche narrare come l’Italia, regno unito da cinquant’anni appena, abbia inteso rappresentare se stessa sulle scene del teatro e del cinema. E questo è in effetti lo scopo del libro scritto da Flavio De Bernardinis: narrare sì la storia di un attore, di un cantante, di un regista, ma anche disegnare il ritratto di un artista della scena e di un intellettuale impegnato a cogliere le contraddizioni della cultura, della società, delle istituzioni, dello Stato. Edito da Luce Cinecittà, CSC ed Edizioni Sabinae, costa 28,00 euro.

La dolce Vitti

L'indimenticabile Monica Vitti omaggiata attraverso un percorso di immagini e documenti che ne restituiscono la vitalità e la statura di grande attrice: c’è tutto questo nel catalogo edito da Luce Cinecittà ed Edizioni Sabinae a corollario dell’omonima esposizione sulla Vitti ospitata con grande successo al Teatro dei Dioscuri quest’anno. Nel volume, supervisionato dagli stessi curatori della mostra Nevio De Pascalis, Marco Dionisi e Stefano Stefanutto Rosa, sono raccolte le testimonianze sull’attrice rilasciate da Laura Delli Colli, Giancarlo Giannini, Dacia Maraini, Carlo Molfese, Silvia Napolitano, Michele Placido, Vincenzo Salemme, Enrico Vanzina. La prefazione è a cura di Irene Bignardi. Costo 20,00 euro.

Il sorpasso - Quando l’Italia si mise a correre

'Il sorpasso – Quando l’Italia si mise a correre' non è solo il richiamo al film di Risi che fa stabilmente parte della cultura popolare. È l'idea di un Paese che accelera e guadagna posizioni e in qualche modo sorpassa se stesso. Come il cinema, la fotografia è testimone di questi eventi, l'attenzione è concentrata sulle persone comuni e le loro vicende, la vita quotidiana, gli stili di vita. Edito da Luce Cinecittà e Silvana Editore a supporto dell’omonima mostra a Palazzo Braschi di Roma (fino al 3 febbraio), e stilato dagli stessi curatori dell’esposizione, Gabriele D’Autilia ed Enrico Menduni, il volume si trova in libreria a 28,00 euro.

Il mio Antonioni

MIchelangelo Antonioni visto dal regista, critico e amico Carlo di Carlo. L’idea del libro parte da tre diversi momenti. La realizzazione del Progetto Antonioni, affidatogli dall’Ente Gestione Cinema di Cinecittà, dal 1988 al 1992; l’elaborazione nel 1995 dell’Inventario generale analitico delle opere e dei beni di Antonioni; e infine il suo documentario del 2008 Antonioni su Antonioni. Vera chicca custodita nel volume le lettere inviate alla prima moglie, Letizia Balboni, i cui brani estratti consentono di ricostruire un periodo poco conosciuto, quello tra il 1940 e il 1945. Edito da Luce Cinecittà insieme alla Cineteca di Bologna, il libro è in vendita a 18,00 euro.

Rino Barillari - The King of Paparazzi

Il paparazzo, è un'invenzione, anzi, una constatazione felliniana, che è diventata una ricchezza nazionale, una risorsa esportata da tutti i media in tutto il mondo della comunicazione moderna. Barillari, fra passato e futuro, è quindi una risorsa mondiale: da anni documenta gli avvenimenti, gli eventi, le storie e le situazioni di vip e semi-vip che animano la città eterna. C’è la sua instancabile dedizione, testardaggine, insistenza nelle 272 pagine di questo catalogo realizzato per la mostra tenutasi a Roma lo scorso ottobre. Pubblicato da Luce Cinecittà ed Edizioni Sabinae, il volume è curato da Giancarlo Scarchilli e Massimo Spano e introdotto dalla prefazione di Oliviero Toscani.

 

--> Seconda puntata

--> Terza puntata

Vedi anche

LUCE CINECITTÀ

Ad Ad