/ News

Il videogioco ora ha il suo nuovo acceleratore: si chiama Cinecittà Game Hub e sarà presentato alla stampa mercoledì 1 dicembre alle ore 11:00 all’interno degli Studios di via Tuscolana 1055. Alla conferenza stampa, nella Sala Fellini, parteciperanno: Nicola Maccanico, Amministratore Delegato di Cinecittà; Paolo Orneli , Assessore della Regione Lazio alle attività produttive; Luisa Bixio, Vice Presidente di IIDEA e CEO di Milestone; Mauro Fanelli, Coordinatore delle attività dell’Hub; Marco Saletta, General Manager Sony Interactive Entertainment Italia; Tiziana Ena, PBU & Greek Market Head di ACER. Al termine della conferenza è prevista una visita nei locali destinati allo svolgimento dell’attività delle start-up, dal 10 gennaio al 22 aprile. A seguire un aperitivo e la possibilità di visitare gli Studios.

Cinecittà Game Hub parte il 1 dicembre per concludersi in primavera una esperienza importante di accelerazione che vede protagoniste dieci imprese di sviluppo di videogame insieme a Cinecittà Spa, che mette a disposizione le strutture e una lunga e famosa storia di successi ed esperienze nel mondo dell’audiovisivo, di cui anche i videogiochi fanno parte a pieno titolo. Insieme a Cinecittà sostengono il progetto la Regione Lazio e il Ministero della Cultura-Direzione Cinema e Audiovisivo, in collaborazione con IIDEA (che raccoglie le imprese del settore che operano in Italia). L’iniziativa ha anche il supporto di tre grandi realtà imprenditoriali come Sony Interactive Entertainment Italia, Epic Games e ACER

A coordinare le attività formative dell’Hub sarà Mauro Fanelli, (Co-founder, Direttore Creativo & CEO dello studio di sviluppo indipendente MixedBag ed ex-vicepresidente di IIDEA), che guiderà un gruppo di tutor tra cui Elisa Farinetti (Co-founder & CEO, Broken Arms Games), Luca Marchetti (Co-founder & CEO, Studio Evil), Elisa Di Lorenzo (Co-founder & CEO, Untold Games) e Daniele Azara (Head of Games & Chief Creative Director, One-O-One Games). I tutor selezionati hanno esperienza pluriennale nel settore dello sviluppo gaming e ricoprono cariche manageriali nei rispettivi team. Da qui ai prossimi mesi le dieci start-up, selezionate con un bando pubblico, seguiranno i corsi che hanno lo scopo di rafforzare le loro capacità produttive e imprenditoriali, portando avanti al contempo lo sviluppo del loro progetto. L’obiettivo è quello di introdurre nel mondo videoludico dieci nuovi protagonisti e metterli in condizione di guardare all’orizzonte internazionale per creatività e capacità. L’esperienza si concluderà con un demo day, una presentazione strutturata dei progetti a un pubblico di publisher e investitori. Il programma di accelerazione, fortemente sbilanciato sulla preparazione business delle aziende partecipanti, prevedrà vari appuntamenti settimanali e si svilupperà su tre track distinte: Business, Production e Inspirational. Oltre ai tutor, il programma si avvarrà di esperti italiani ed internazionali nei rispettivi campi, per offrire alle start-up la miglior preparazione possibile.

Ecco le start-up che prenderanno parte all’Hub e i giochi a cui lavoreranno all’interno dell’acceleratore:
- Adalot Networks con “SATAN JR”, un'avventura grafica a fumetti piena di puzzle da risolvere, enigmi improbabili e dark humour.
- Baryonyx Games  con “Der Marsch”, che racconta come durante l’epica battaglia di Stalingrado  un gruppo di soldati dell'Asse, guidati da un giovane tenente, si ribella agli ordini e smette di combattere.
- Codemount Studio con “Mega Chickens”, un gioco multiplayer di carte collezionabili online basato su un'ambientazione ironica e unica. Il gioco si avvale anche della possibilità di produrre e acquistare NFT legati ai personaggi.
- Ghostshark con “TOPO.B”, un action/adventure in pixel art e stile retrò, che dà al giocatore reminiscenze dei classici anni ’80 e ’90.
- Keiron Interactive con “Movin Force”, un fitness casual VR game capace di far divertire il giocatore e contemporaneamente fargli bruciare calorie.
- Mad Pumpkins con “Movierooms”, un gioco gestionale per PC e Mac OS, dove il giocatore deve gestire il proprio cinema-teatro dagli albori del Novecento facendolo evolvere fino ai giorni nostri.
- Mav Reality con “Sephirot - il Gioco”, basato su drammaturgie ipertestuali, algoritmiche e procedurali con attori e giocatori che condividono uno stesso spazio digitale.
- Overdroid con “Hexarchia”, un videogioco di guerra e strategia a turni in tempo reale ispirato agli scacchi. Le più importanti civiltà della storia si scontrano in battaglie tutti contro tutti per il dominio del mitico mondo in cui il gioco è ambientato.
- Rednoy con “Caracoles”, un running game multiplayer (locale e online) atipico, di una lentezza esilarante ma che sa essere insospettabilmente competitivo e ricco di colpi di scena.
- Sedleo con “1348 (working title)”, un action-adventure AA in terza persona ambientato nell’Italia medievale.

Segui (o rivedi) qui la conferenza stampa in diretta: 

Vedi anche

CINECITTÀ GAME HUB