/ News

Sarà consegnato a Cinecittà il Nastro d’Argento alla carriera a Gina Lollobrigida, che ha mosso i suoi primi passi come comparsa negli studi sulla Tuscolana. Lo annuncia il Direttivo Nazionale del Premio che, d’intesa con il MiC - Direzione Generale per il Cinema, le consegnerà il Nastro alla carriera 2022 nel corso di un evento istituzionale a Cinecittà, non a caso il luogo più iconico che da sempre sigla la presenza del cinema italiano nel mondo e che, ancora di più in questa nuova stagione unisce la memoria di un glorioso passato al progetto di rilancio anche internazionale dei suoi Studios.

“Gina Lollobrigida è un’icona del cinema italiano e un’attrice che come poche ha avuto e continua ad avere un’immagine e una popolarità internazionale” spiega a nome del Direttivo Nazionale dei Giornalisti Cinematografici la Presidente, Laura Delli Colli. “Premiarla alla carriera è il miglior omaggio per dirle oggi buon compleanno e per siglare, insieme, un successo che proprio la stampa specializzata ha siglato con i primi riconoscimenti, segnalandola subito come una giovanissima attrice che avrebbe fatto molta strada”.

Così è accaduto da quando la sua avventura è iniziata, dopo la passerella di Miss Italia, con le gonne corte e le treccine della ‘Bersagliera’ di Pane amore e fantasia accanto a Vittorio De Sica, diretta da Luigi Comencini. Attrice, ma anche artista e fotografa Gina, battezzata dai francesi semplicemente ‘Lollo’. Dopo l’esordio da popolana ruvida ma bellissima e generosa è stata diretta tra gli altri anche da Mario Soldati, Luigi Zampa, Mauro Bolognini e subito richiesta a Hollywood dove nel 1953 apparve con Humphrey Bogart ne Il tesoro dell'Africa di John Huston. A quel film seguirono, tra gli altri, Sacro e profano (1959) di John Sturges con Frank Sinatra e nel 1964 La donna di paglia con Sean Connery. Premiata con il Golden Globe nel 1961 per Torna a Settembre di Robert Mulligan con Rock Hudson, ha vinto sette volte il David di Donatello ed è entrata nella cronaca, a parte le tumultuose vicende subite negli ultimi anni, per uno scoop eccezionale come la memorabile intervista a Fidel Castro.

Vedi anche

CINECITTÀ