/ News

RomeVideoGameLab il festival degli applied games, prodotto da Cinecittà, arriva alla sua quinta edizione e torna dal 3 al 6 Novembre negli studi di via Tuscolana 1055. Quattro giorni dedicati al pubblico di tutte le età: dai ragazzi delle scuole primarie e secondarie cui sono dedicati laboratori di coding, e le finali del Contest nazionale di educazione civica in Minecraft, ai più piccoli per cui sono pensati workshop su app videogame coding e laboratori scientifici, fino agli appassionati di videogiochi che ritroveranno qui una straordinaria “collezione” di retrogaming e arcade originali, ovvero i giochi che hanno fatto la storia di questo mondo. Come sempre RomeVideoGameLab è una grande occasione di incontro con molte realtà produttive e di ricerca che guardano all’innovazione anche attraverso il gaming, per far crescere la conoscenza, la formazione, e le trasformazioni del contemporaneo.

Tema di questa edizione è “Naturale e MetaNaturale”, ovvero l’indagine e il gioco su ciò che conosciamo come reale e quello che non si può più “contenere” sotto la parola virtuale perché occupa un intero mondo. Tanto da esser stato scelto dal più vecchio dei social, Facebook, come nuovo “logo” di tutto quello che vive nella rete. Il tema è stretto tra due citazioni apparentemente lontane ma in realtà vicinissime. La prima è di Albert Einstein che faceva notare come “ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata”, la seconda è di Andy Warhol che argomentava “ignoro dove l’artificiale finisca e inizi il reale”. E in fondo cosa c’è di più vicino al Metaverso (quello raccontato dalla penna di Neal Stephenson con il suo bestseller “Snow Crash”) dei videogiochi: un mondo autonomo e parallelo, ma insieme connesso con quello fisico in cui viviamo. Da non perdere su questo tema la mostra “Cinema e NFT” a cura di Simone Arcagni in collaborazione con RAI Cinema, così come la lectio magistralis, sempre curata da Arcagni, “Cos’è il Metaverso” e le molte proposte esperienziali di Realtà Virtuale e Aumentata.

Proprio nello scambio al confine tra naturale e metanaturale si struttura il programma di RomeVideoGameLab 2022, come sempre fittissimo di appuntamenti e di laboratori, tra ricerca scientifica (il Consiglio Nazionale delle Ricerche – CNR con i suoi diversi istituti e l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova tra i protagonisti degli eventi), il fashion con esperienze immersive e l’agroalimentare con laboratori sensoriali, ma anche videogiochi di fattoria in cui sperimentare l’agricoltura 5.0, le biotecnologie così come l’utilizzo dei robot alla ricerca di un modo nuovo e intelligente per usare le innovazioni e le interazioni tra uomo e macchina.

RomeVideoGameLab è prodotto da Cinecittà in collaborazione con IIDEA (l’Associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia) con il patrocino del Comune di Roma, Aeronautica Militare, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto Italiano di Tecnologia, e con il sostegno di Regione Lazio e Camera di Commercio di Roma. I partecipanti di questa edizione sono: MAECI-ITA/ICE, Rai Cinema Channel, Unitelma Sapienza e Fondazione Santa Lucia, il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale della Sapienza di Roma. Technical partner Acer che metterà a disposizione dei partecipanti i propri device, e la media partnership di Rai Scuola. I

n cima alle novità di questa edizione c’è la sostenibilità ambientale: per la prima volta, infatti, la manifestazione sarà carbon neutral! Tutti i consumi legati a energia, mobilità, trasporti, ristorazione, materiali, alloggi e rifiuti saranno monitorati, registrati e tradotti in emissioni di Co2eq. L’energia utilizzata per l’evento proverrà da fonti 100% rinnovabili e verrà incentivata la mobilità sostenibile. Il RVGL adotterà una politica plastic free preferendo materiali a consumo di minor impatto ambientale e, per ridurre ulteriormente le emissioni, verranno utilizzati arredi quasi esclusivamente a noleggio e solo da fornitori all’interno del Lazio. Il festival limiterà al massimo la pubblicità cartacea e utilizzerà carta riciclata e per migliorare la qualità della raccolta differenziata installerà in un’area dedicata cestini intelligenti in grado di riconoscere i rifiuti e di registrare gli errori di conferimento. Questo grazie a NANDO, un sensore che scatta foto all'interno dei cestini per monitorarli costantemente ed elaborare report sulla quantità e qualità dei rifiuti prodotti. A chiusura dell’evento le emissioni residue che non sarà stato possibile evitare, saranno compensate attraverso progetti certificati di tutela ambientale.

Il RVGL farà poi da cornice alla Prima Lega Scolastica E-sports che mette insieme il mondo della scuola superiore di secondo grado con gli sport elettronici organizzando una gara nazionale basata su molteplici videogiochi competitivi, nella convinzione che gli e-sports siano uno strumento capace di fornire una esperienza educativa agli studenti, soprattutto in termini di accrescimento delle soft skills. Al festival si terranno le semifinali e le finali della Lega, che è organizzata da Maker Camp e Campustore. Partner tecnici Lenovo e Intel; partner scientifico Telefono Azzurro. Grande attenzione anche alla transizione energetica e digitale con videogiochi a tema e  coinvolgenti workshop di esperti e ricercatori. Da non perdere la lectio magistralis di Matteo Lupetti dal provocatorio titolo “Le lampadine dei videogiochi consumano vera elettricità?”. Tra le molte altre novità di quest’anno la presenza di Barbascura X, youtuber (ma anche chimico e scrittore), popolarissimo tra i giovani, intervistato dal giornalista Emilio Cozzi; la prima esibizione a Roma della musicista irlandese Chipzel che insieme a Kenobit proporrà bitpop e chiptune utilizzando un semplice Game Boy; lo show “Moviemania” dedicato alle più belle colonne sonore della storia del cinema e del mondo dei videogiochi; il “Conciorto“ che unisce tecnologia e natura con l’autore Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone della Banda Osiris, e la partecipazione del professor Telmo Pievani.

Ampio spazio per le proposte finalizzate all’empowerment femminile attraverso la presentazione di un videogioco che promuove le materie scientifiche, un panel dal tema “Donne nel Metaverso” e un numero speciale della Collana di fumetti del Consiglio Nazionale delle Ricerche dedicato alla matematica iraniana Mirzakhani Maryan. Come ogni anno una sezione di RVGL sarà riservata alla promozione degli sviluppatori italiani che incontreranno realtà istituzionali ed economiche italiane e internazionali.

Quest’anno al B2B, grazie alla partnership con l'ICE Agenzia è stata organizzata una missione in Italia di operatori esteri provenienti dai più promettenti mercati internazionali. Ci saranno complessivamente 40 buyer di cui 21 internazionali provenienti da Africa, Medio Oriente, Europa e Asia, interessati a conoscere e sperimentare gli applied games come strumenti di formazione, conoscenza, opportunità comunicativa, per raggiungere i pubblici più giovani che non seguono i canali tradizionali. Cinecittà ha trovato in ITA/ICE, Regione Lazio e Camera di Commercio di Roma dei partner particolarmente attenti e impegnati che l’hanno aiutata a rendere questo momento trade una realtà.

E un modo per far conoscere le nuove aziende è anche la premiazione del Best Applied Game, il premio organizzato in collaborazione con IIDEA verrà assegnato al miglior applied game italiano pubblicato nel 2021. I finalisti e il vincitore verranno selezionati da una giuria di esperti composta da Andrea Dresseno, Luca Roncella e Rosy Nardone.

Si ringraziano per la collaborazione UNINT – Università degli studi internazionali di Roma e l’Istituto Tecnico per il Turismo “Livia Bottardi” di Roma. RVGL inoltre rinnova la sua amicizia con l'Associazione Peter Pan (www.peterpanodv.it), impegnata dal 1994 ad aiutare le famiglie di piccoli malati oncologici, cui devolverà una percentuale degli incassi.

 

Maggiori info e programma completo su: romevideogamelab.it

Vedi anche

VIDEO GAME