/ News

Ci sono anche Cinecittà e l’Archivio Luce in uno degli ultimi progetti che hanno portato la firma di Gianni Bisiach, lo scrittore e giornalista scomparso domenica 20 novembre all’età di 95 anni. Era stato infatti presentato proprio pochi giorni fa a Cinecittà, in occasione dell’ottantesimo anniversario della battaglia di El Alamein, un documentario di Bisiach. Il progetto di riedizione della pellicola - a cui si è affiancato anche un annullo filatelico commemorativo - è stato promosso dal Generale dei CC Alfonso Manzo e realizzato da Cinecittà in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Archivio Storico della Presidenza della Repubblica e l’Istituto Superiore Statale Cine-TV Roberto Rossellini di Roma. E sono stati proprio gli studenti del Rossellini a realizzare il restauro utilizzando i filmati della grande produzione documentaristica di Bisiach e dell’Istituto Luce, rivisitati in chiave moderna attraverso la colorizzazione del bianco e nero di alcune parti significative realizzata da Marco Kuweiller, uno dei maggiori esperti del settore.

Dalle originarie due ore si è giunti a una versione di 30 minuti. Il filmato di Bisiach, realizzato negli anni '90, presentava una scarsa qualità dell’immagine data la tecnica analogica dell’epoca. Oggi attraverso un’avanzata tecnologia presente nei laboratori dell’Archivio Storico Luce e di Cinecittà è stato possibile ridare una nuova vita alle immagini d’epoca. Il Luce, dopo una laboriosa ricerca presso l’Archivio Storico della Presidenza della Repubblica, ha individuato i filmati originali utilizzati da Bisiach, che sono stati lavorati dai tecnici del laboratorio realizzando una scansione delle pellicole in 2k. Il progetto è stato presentato a Cinecittà lo scorso 8 novembre alla presenza del sottosegretario alla Difesa senatrice Isabella Rauti, del sottocapo di Stato maggiore della Difesa generale corpo d’armata Carmine Masiello, della presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia e del responsabile Filatelia Poste Italiane Giovanni Machetti.

Vedi anche

LUTTI