/ News

Al via martedì 6 dicembre l’ottava edizione di Focus - The Meeting Place for International Production. La manifestazione, organizzata presso il Business Design Centre di Londra, è rivolta ai professionisti del settore audiovisivo e dedicata alle location, agli incentivi nazionali e regionali, alle facilities e ai servizi per il cinema. 

 

Grazie alla collaborazione tra MAECI, DG Cinema e Audiovisivo MiC, Agenzia ICE, Cinecittà e Italian Film Commissions, e alla partecipazione di APE-Associazione Produttori Esecutivi, l’Italia sarà presente a Focus 2022 con uno stand nazionale dedicato alla promozione delle eccellenze del nostro Paese in termini di location, industrie tecniche e agevolazioni per le co-produzioni internazionali.

 

Lo spazio Italia vedrà quest’anno la presenza di 7 film commission regionali (Genova-Liguria, Veneto, Roma-Lazio, Valle d’Aosta, Trentino, Calabria, Sardegna) per promuovere i propri territori e risorse, e 6 tra società di produzione esecutiva e industrie tecniche che a Focus avranno modo di presentare al meglio i propri servizi. Sarà inoltre presente Cinecittà per promuovere i propri studi, interessati negli ultimi anni da un importante progetto di rinnovamento che ha visto l’avvio della virtual production tramite LED Volume.

Diverse le produzioni internazionali che hanno scelto Cinecittà per girare i propri film, come nel caso di Without Blood di Angelina Jolie, tratto dal romanzo di Alessandro Baricco, con Salma Hayek e Demiàn Bichir, e di Conclave di Edward Berger con Ralph Fiennes e Stanley Tucci, solo per citarne alcune.

Sempre al Padiglione Italia i visitatori potranno conoscere Italy for Movies (www.italyformovies.it) il portale delle location e degli incentivi alla produzione realizzato da Cinecittà in collaborazione con Italian Film Commissions e coordinato dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MiC. Uno strumento utile e agile, disponibile anche in versione app, dove trovare informazioni sulle agevolazioni previste dal tax credit e sui fondi a sostegno della produzione in Italia.

Per illustrare tutto ciò è prevista per il giorno 7 dicembre alle ore 11:30 una presentazione dal titolo Filming in Italy is Simply Extraordinary: The Italian Audiovisual System at a Glance cui interverranno Giovanni Sacchi Direttore dell’Ufficio ICE di Londra, Roberto Stabile Responsabile Internazionalizzazione di Anica nonché Responsabile Progetti Speciali della DG Cinema e Audiovisivo del MiC, Rossella Gaudio Analista e Consulente per le Modifiche Normative della DG Cinema e Audiovisivo del MiC, Lucia Milazzotto Direttore Marketing e Vendite di Cinecittà, Cristina Priarone Presidente Italian Film Commissions, Roberto Fedrigoni Rappresentante Associazione Italiana Produttori Esecutivi.

Per il 2022 il Fondo Cinema e Audiovisivo del MiC ammonta a poco meno di 750 milioni di euro di cui circa 544 milioni utilizzati per incentivi fiscali, 40 milioni per i contributi automatici, 44 milioni per i contributi selettivi, 90,6 milioni per le attività di promozione cinematografica e audiovisiva, 22,5 milioni per attività di potenziamento delle competenze del cinema e 4 milioni per le piccole-medie imprese per la realizzazione di prodotti audiovisivi e cinematografici (fonte MiC).

Il recente aumento dell’aliquota del tax credit alla produzione nazionale, innalzata al 40% per i film e fino al 40% per le opere televisive e web, ha contribuito a rendere l’Italia particolarmente attrattiva per le produzioni internazionali tanto che nel 2021 sono stati ben 217 i progetti di co-produzione finanziati dalla DG Cinema e Audiovisivo del MiC. La sessione 2022 del tax credit, dedicata alle produzioni nazionali di opere cinematografiche, ricerca e formazione, tv, web e videoclip, sarà aperta fino al prossimo 31 dicembre.

Vedi anche

PROMOZIONE