Promozione

16 Febbraio 2022

LA: retrospettiva Pasolini al via con ‘Accattone’. Ospite Dante Ferretti

Prende il via a Los Angeles con l'esordio alla regia di Pier Paolo Pasolini la retrospettiva integrale dedicata al grande poeta, filosofo e regista, per celebrare il centenario della sua nascita

Prende il via a Los Angeles il 17 febbraio con l’esordio alla regia di Pier Paolo Pasolini, Accattone (1961), la retrospettiva integrale dedicata al grande poeta, filosofo e regista, per celebrare il centenario della sua nascita. Ospite speciale dell’evento Dante Ferretti. 

 Dopo aver scritto un paio di romanzi ambientati nella periferia romana, Pasolini decide di continuare a esplorare questo mondo e i suoi personaggi attraverso il cinema. Accattone è il soprannome di Vittorio, interpretato dall’attore non professionista Franco Citti, preso dalla strada e qui al suo esordio sul grande schermo, un giovane delinquente che vive nello squallore della periferia romana. Quando si innamora di una giovane donna, Vittorio decide di ravvedersi e vivere onestamente, ma per lui non sembra esserci possibilità di riscatto. La disperazione del suo mondo è intensificata dalla fotografia di Tonino Delli Colli e dalle note sacre della Passione secondo Matteo di Bach, qui utilizzata come contrappunto trasgressivo. Il film è stato restaurato da Cineteca di Bologna e The Film Foundation in collaborazione con Compass Film e Cinecittà, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata.

La retrospettiva “Conoscenza carnale: I film di Pier Paolo Pasolini” (17 febbraio- 12 marzo) prevede l’utilizzo quasi esclusivo di preziose copie in 35 mm realizzate da Cinecittà, compresi alcuni corti e documentari, ed è il primo grande evento che lancia l‘importante partnership siglata da Cinecittà con l’Academy Museum of Motion Pictures di Los Angeles, che prevede la programmazione stabile per i prossimi cinque anni all’Academy Museum di rassegne, mostre e attività dedicate al cinema italiano.   

Questa retrospettiva attraverserà i tre periodi principali di Pasolini: la sua reinvenzione del neorealismo italiano come veicolo potentemente lirico per devastanti ritratti della vita moderna (Accattone, Mamma Roma); i suoi scabrosi ritratti della depravazione della società europea (Teorema, Porcile); la sua scioccante Trilogia della vita, una celebrazione dei piaceri primari del sesso ambientata nell’antichità, e la sua antitesi, il devastante e tetro spettacolo horror della Seconda Guerra Mondiale, Salò. 

 Info, biglietti e programma completo su: academymuseum.org


VEDI ANCHE:


Ultime news